La sostenibilità nell’UFCL

Con le sue attività, l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) sostiene gli obiettivi della Strategia per uno sviluppo sostenibile 2016–2019 del Consiglio federale e l’attuazione dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

Inoltre, tiene in considerazione altre strategie vigenti, come la «Strategia energetica 2050», la «Strategia Biodiversità Svizzera», la Concezione «Paesaggio svizzero» (CPS) e il «Masterplan Cleantech Svizzera».

Uno sviluppo sostenibile deve tener conto in maniera equilibrata delle tre dimensioni della sostenibilità, ossia della dimensione sociale, di quella economica e di quella ambientale. L’UFCL attua quanto precede nell’ambito delle risorse a sua disposizione. A tale proposito, si basa sulle raccomandazioni della Conferenza di coordinamento degli organi della costruzione e degli immobili dei committenti pubblici (KBOB) e della Conferenza degli acquisti della Confederazione (CA), in particolare sulla raccomandazione della KBOB «Gestione sostenibile degli immobili» e sui «Principi per acquisti pubblici sostenibili di beni e prestazioni di servizio» della CA.

Per quel che concerne la dimensione sociale, l’UFCL si impegna a prevenire la corruzione e a garantire condizioni di lavoro eque nonché una politica del personale progressista. L’Ufficio tiene conto del plurilinguismo e pone l’accento su sicurezza, salute ed efficienza funzionale nella gestione immobiliare e negli acquisti.

Di principio, l’UFCL considera la dimensione economica fondando le sue decisioni sui costi del ciclo di vita. Nell’ambito degli acquisti, la promozione di una concorrenza incentrata sulla qualità piuttosto che sul prezzo richiede che si ponga l’attenzione su aspetti di economia nazionale. Procedure di concorso più snelle ed efficienti permettono anche alle ditte più piccole che operano soltanto sul mercato interno di presentare offerte valide senza oneri considerevoli.

L’UFCL tiene conto della dimensione ambientale promuovendo l’economia circolare. Nello specifico, provvede a impiegare prodotti riciclati, riciclabili e utilizzabili il più a lungo possibile. Nella sua attività riduce costantemente l’impatto ambientale, causato segnatamente dal consumo di acqua ed energia, dalle emissioni di gas serra e dagli agenti inquinanti. Nella scelta delle ubicazioni, contempla anche aspetti quali la mobilità e la qualità dell’ambiente circostante.

Nell’UFCL la sostenibilità è intesa quale tema trasversale che viene integrato in tutti i processi aziendali e in tutte le direttive. In questo contesto, l’Ufficio sfrutta le opportunità offerte dalla digitalizzazione e struttura i suoi processi in modo da favorire l’innovazione in ogni settore.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 13.01.2021

Inizio pagina

https://www.bbl.admin.ch/content/bbl/it/home/themen/nachhaltigkeit.html